Killer nel Milanese licenziato dal padre

Era appena stato licenziato da suo padre dall'azienda di famiglia. Per questa ragione, presumibilmente, Maurizio Platini, 43 anni, ieri ha ucciso il genitore e la compagna per poi suicidarsi, all'interno della "Seri Cart" di Cormano (Milano). Secondo quanto rilevato dai carabinieri di Sesto San Giovanni (Milano) e della Squadra rilievi del Gruppo Monza, coordinati dal pm di Milano Cristiana Roveda, Platini intorno alle 18 e 30 di ieri ha preso la sua 357 magnum regolarmente detenuta e ha sparato alla testa a suo padre Romano, 64 anni; poi ha puntato l'arma verso la compagna dell'uomo, Anita Salsi, 54 anni, ferendola mortalmente al collo e al petto. Infine si è sparato in testa. Le testimonianze raccolte dagli investigatori hanno confermato che da qualche giorno tra Maurizio e suo padre vi erano frequenti liti, dovute appunto alla decisione del 64 enne di licenziarlo dall'attività di famiglia.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. BergamoPost
  2. Giornale di Como
  3. La Provincia di Lecco
  4. EcodiBergamo

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Alzano Lombardo

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...